Soluzioni di Atrofia Caso Clinico 01

Guardando la panoramica che segue la prima quella senza impianti prima dell’intervento di implantologia dentale, si evince se guardi nella zona sinistra del mascellare superiore, che la stessa risulta completamente atrofica, senza osso completamente per via dell’asportazione chirugica di un polipo nasale, che prima si è mangiato completamente ‘l’osso mascellare, successivamente nella fase chirurgica di esportazione, anche l’ultimo spessore d’osso mascellare alveolare residuo è stato asportato con il polipo.

Implantologia a carico immediato senza osso firenze

Come si presenta il caso clinico durante la prima visita di Controllo?

La paziente si presenta a vista con una grave atrofia nel mascellare superiore. Il mascellare presenta una mancanza di osso grave e severo, nella parte destra del mascellare, la parte sinistra risulta con osso completamente assente. La paziente ci spiega che è stata sottoposta ad intervento chirugico alla mascella per asportare un polipo, nasale, che si è divorato tutto l’osso mascellare.

Con le fasi dell’asportazione, viene eliminato anche l’osso mascellare residuo, lasciando la nostra paziente priva di osso mascellare, nella semiarcata sinistra.

La stessa decide di riabilitare tutta la bocca, la mandibola è in buone condizion e verrà riabilitata dopo circa una settimana dalla mascella superiore.

Quale tecnica di riabilitazione è sta scelta per ripristinare una dentatura fissa al paziente nonostante l’atrofia?

Per questa tipologia di riabilitazione estremamente complessa, evitando gli innesti d’osso autologo e i grandi rialzi dei seni mascellari, si opta per un doppio cerchiaggio di seno mascellare.

L’intervento dura circa 2 ore, vengono asportati i denti residui compromessi dalla Parodontite, viene inserito un impianto pterigoideo, nel mascellare superiore destro, 2 impianti trasversali in premaxilla, dall’ato del mascellare opposto, vengono salvati 3 elementi deentali, limati e inglobati successivamente nel circolare provvisorio fisso che viene montato immediatamento dopo l’intervento, con l’inserimento dell’ultimo impianto pterigoideo, nella parte dinistra del mascellare, la parte atrofica, con alcune difficoltà, il Professore, riesce ugualmente ad inserire l’impianto nell’unica porzione di osso restante, quello basale, duro che non si consuma nel tempo e la paziente è finalmente riabilitata.

LA DENTIERA PUO’ ATTENDERE.

Risultato definitivo ottenuto positivo o negativo?

La paziente risulta estremamente soddisfatta, torna a casa a Trieste, con un bellissimo circolare fisso senza falsa gengiva.

Ricondando da dove si partiva, tutto quello che è riuscita ad ottenere per via dell’intervento, la paziente considera quanto ottenuto un vero miracolo.

Siamo estremamente contenti e soddisfatti del risultato positivo raggiunto, la paziente risulta riabilitata completamente, ora dovrà attendere circa 6 mesi per l’osteointegrazione poi sostituire le protesi dentai fisse provvisorie con quelle definitive.

Tra una settimana la stessa si dovrà sottoporre all’intervento di riabilitazione dentale della mandibola, completando il caso clinico.

Sino ad oggi ovunque si è rivolta non è riuscita ad ottenere risultati, l’unica risposta, innesto d’osso autologo dell’anca, del mento della calotta illiaca. Oppure la dentiera.

Oggi la paziente è tornata a casa, masticando e parlando con un bellissimo circolare fisso provvisorio, ora attende che i tempi siano maturi, per avvitare definitivamente il proprio circolare dentale fisso definitivo e godersi la sua nuova estetica naturale dentatura.

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist