Soluzioni di Atrofia Caso Clinico 09

Twenty20 need two images.

Come si presenta il caso clinico durante la prima visita di Controllo?

La paziente presenta una grave Parodontite, che contribuisce alla caduta degli elementi dentali, anche se all’apparenza, belli e sani.

Pultroppo, in una fase avanzata della malattia, nonostante gli elementi dentali appaiono a prima vista sani e forti, pultroppo in realtà non lo sono.

A una verifica più dettagliata spesso, con un sondino preposto, si evince che la radice del dente rin risulta attaccato al parodonto, in questo caso, sono elementi dentali, che a breve cadranno.

A questo punto cosa fare? Come intervenire?

Con una completa bonifica dentale con l’estrazione di tutti gli elementi compromessi, che nel caso, clinico della nostra paziente lo sono tutti in totalità.

Quale tecnica di riabilitazione è sta scelta per ripristinare una dentatura fissa al paziente nonostante l’atrofia?

La tecnica praticata per la nostra paziente è il doppio cerchiaggio dei seni mascellari.

In cosa consiste, il doppio cerchiaggio dei seni mascellari?

Lo andiamo immediatamente a spiegare, con un piccolo aiuto, qualche immagine, che ci alleggerirà il compito di farla comprendere:

Bene come puoi vedere da queste immagini, che ci vengono in aiuto, vedi, la zona d’inserimento dell’impianto dentale speciale detto Pterigoideo, che viene inserito nell’osso Palatino/Pterigoideo, questo osso risulta prima di tutto staccato dal mascellare atrofico, estremamente duro e resistente è l’ideale, per l’ancoraggio dell’impianto Pterigoideo, perchè come potrai ben immaginare questa zona infondo ai molari è la zona di masticazione meccanica della nostra bocca dove riusciamo ad esercitare maggiore forza di compressione, per questa ragione deve utilizzata in questa zona della bocca una base altamente dura e performante.

La particolarità dell’osso Palatino Pterigoideo oltre che essere coriaceo è un OSSO BASALE.

Cosa vuole dire OSSO BASALE?

Un Osso Basale è un osso che non si consuma nell’arco del tempo, quindi è la zona ossea migliore, che potessimo ottenere per questa tipologia di impianto. Se guardate bene le immagini potrete verificare, come questo impianto accerchi, la zona atrofica del mascellare, da qui’ il nome chergiaggio dei seni mascellari, in sostanza questa tecnica che noi utilizziamo serve per baipassare ed evitare il grande rialzo dei seni mascellari. Frontalmente poi per “Chiudere” Il doppio cerchiaggio dei seni mascellari, viene inserito un ulteriore impianto nella zona dell’elemento numero 25 che inserito traversalmente con l’apice dell’impianto in direzione al Pterigoideo, una volta avvitato, lo stesso chiude il cerchiaggio del seno mascellare, andando a terminare con un successo la tecnica.

Sotto puoi visionare un immagine della protesi dentale che realizziamo a mano e su misura del nostro paziente per protesizzare queste tecniche chirurgiche con protesi dnetali fisse e spesso e volentieri riusciamo a consegnare al nostro paziente una circolare dentale senza falsa gengiva, nonostante la grave mancanza di osso.

Risultato definitivo ottenuto positivo o negativo?

L’intervento termina, con la paziente che viene riabilitata chirurgicamente, nell’attesa, di una protesi dentale fissa, vengono avvitati 2 circolari fissi provvisori, senza falsa grngiva.

La paziente risulta estremamente soddisfatta, sia dell’intervento eseguito, sia dell’estetica dentale ottenuta.

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist